Chiara Bordi e il suo sogno cullato alle finali di Miss Italia

Chiara Bordi, come molti già sapranno, è una bellissima ragazza, 18 anni, di Tarquinia (Viterbo). Quest’anno ha partecipato alle finali di Miss Italia, sfilando con la protesi alla gamba e classificandosi terza alle spalle di Carlotta Maggiorana, di Cupra Marittina ma romana di adozione, e Fiorenza d’Antonio, di Napoli.

Chiara è stata vittima di un incidente in motorino 5 anni fa e dell’ignoranza di un’hater che qualche giorno fa la apostrofava con un “Fai schifo, vattene a casa e non fare pena agli italiani che ti votano perché sei storpia”. La 18enne di Tarquinia aveva affidato al suo profilo Instagram la sua replica: “Mi dispiace molto per lei perché a me mancherà pure un piede, ma a lei manca cervello e cuore” aveva scritto.

E ieri, sfilando su quella passerella, la più importante per una ragazza che culla il sogno di diventare Miss Italia, Chiara ha risposto con la sua bellezza mediterranea, la sua solarità e il suo sorriso magnetico. E un terzo posto di cui andare fiera.

“La felicità dipende da chi ci sta intorno ma è prima di tutto una scelta che nasce dentro di noi”, ha dichiarato in una recente intervista a iltempo.it.

Chiara, infatti, che vuole studiare medicina e diventare un chirurgo ortopedico, è un concentrato di vita. “Ho fatto solo quello che si fa in questi casi. E in questi casi sei davanti a un bivio: o vivi o muori, non esiste sopravvivenza, ma una scelta consapevole che deve puntare necessariamente alla vita” ha spiegato a Daniela Cursi che la intervistava.

E così ha iniziato a vivere la sua vita con una protesi ma senza limiti. “Con la protesi ho preso il patentino di guida, il brevetto da sub, sono andata in campeggio, ho fatto una scalata, ho pattinato e ho intenzione di correre agonisticamente. Per adesso corro solo quando sto per perdere il pullman” ha affermato ironicamente.

“Chiara Bordi è l’esempio lampante che la forza di volontà, la tenacia e la voglia di coltivare i propri sogni possono farti vivere una vita piena e farti raggiungere tanti obiettivi. E che la bellezza è fatta di tante sfumature. Si può essere stupende anche sfilando con una protesi”.

Gian Piero Robbi